Cerca

 

Accesso Socio

Rinnova la tua iscrizione, paga la tua quota associativa.

Non sei ancora registrato? Registrati ora

Accesso Ideatore

Carica le tue idee o partecipa alle call ItaliaCamp

Non sei ancora registrato? Registrati ora

The BrEaST Care

Un premio dedicato ai progetti più innovativi a sostegno delle donne con tumore del seno metastatico

theBreastCare premio per l'innovazione nella cura del tumore al seno metastatico

Il Progetto

The BrEaST Care – Premio per l’innovazione nella cura del tumore al seno metastatico è un progetto promosso da Komen Italia, ItaliaCamp e Pfizer, in collaborazione con Fondazione AIOM e Europa Donna per supportare e valorizzare idee e progetti innovativi a sostegno delle donne con tumore al seno metastatico, con l’obiettivo di fornire risposte e soluzioni concrete ai bisogni di cura della malattia e miglioramento delle condizioni di vita delle pazienti.

Oltre a migliorare la qualità delle vita e il benessere delle pazienti, il premio ha l’obiettivo di migliorare la conoscenza e le informazioni sulla malattia, favorire la comunicazione tra personale medico e paziente, sensibilizzare le Istituzioni a promuovere politiche sanitarie sostenibili e di qualità, garantire condizioni di lavoro più in linea con le esigenze delle pazienti, con il fine ultimo e generale di migliorare la cura del tumore al seno metastatico attraverso l’introduzione di nuove tecnologie e innovativi canali di comunicazione.

Una sfida da combattere insieme

Nonostante i notevoli progressi nel trattamento del tumore al seno allo stadio iniziale, ancora molto resta da fare per la cura e la gestione della malattia in stadio avanzato, per cui la media di sopravvivenza ancora oggi non supera i 2-3 anni dalla diagnosi.

In tutto il mondo, il tumore al seno è la forma di cancro più diffusa tra le donne ed è in crescita soprattutto nei paesi in via di sviluppo, dove spesso viene diagnosticata quando è già in stadio avanzato ed è quindi particolarmente urgente intervenire a sostegno di cure più efficaci. Il tumore al seno metastatico può presentarsi alla prima diagnosi o come recidiva di un tumore diagnosticato in fase precoce, anche con le migliori terapie disponibili, circa un terzo dei tumori al seno diagnosticati in fase precoce dopo un certo periodo di tempo ricompaiono e diventano avanzati.

In Italia sono circa 37mila le donne con tumore al seno in forma avanzata o metastatica, caratterizzata dalla diffusione del tumore dal seno ad altre zone del corpo, come ossa, fegato, polmone o cervello. Circa il 5-10% degli oltre 50mila nuovi casi annui di tumore al seno si presenta metastatico alla diagnosi, circa il 30% delle donne con diagnosi iniziale di tumore al seno in stadio precoce potrà sviluppare un tumore al seno metastatico nella sua vita.

Il Premio

Al progetto primo classificato verrà conferito un premio in denaro del valore complessivo di 15.000€. Inoltre, i cinque progetti finalisti avranno la possibilità di accedere gratuitamente a eventi scientifici promossi da Pfizer riguardanti il tema della cura del tumore al seno metastatico e potranno beneficiare di opportunità di mentoring e coaching con principali stakeholder del settore.

Chi può partecipare

The BrEaST Care si rivolge a startup, spinoff, imprese, centri di ricerca, università, innovatori, professionisti, operatori sanitari, advocacy group, reti ospedaliere, e in generale, a tutte le organizzazioni che abbiano un’idea o un progetto innovativo nell’ambito della cura del tumore al seno metastatico e del miglioramento delle condizioni di vita delle pazienti.

Progetto vincitore

PROGETTO “MICHAELA”
LA SFIDA DELLA COMPLESSITÀ PER LE PAZIENTI CON TUMORE AL SENO METASTATICO

Il progetto mira a garantire la continuità di cura delle pazienti affette da tumore al seno metastatico e delle loro famiglie, mediante la precoce e puntuale valutazione dei bisogni, la facilitazione del processo di comunicazione efficace con l’équipe di cura, la sincronizzazione degli interventi nell’ambito dei centri specialistici ospedalieri e della rete territoriale. Tale sistema, facilitando il cross-talking tra i vari specialisti e i nodi della rete ospedale-territorio, intende evitare lo “smarrimento” assistenziale percepito dalle pazienti e dalle famiglie e di favorire la fluidità del percorso di cura nei cambiamenti di fase e nella transition.

Progetti finalisti

AMBULATORIO DI MEDICINA INTEGRATA E ALLENARSI PER LA SALUTE

“Ambulatorio di Medicina Integrata” e “Allenarsi per la salute” sono frutto di una sinergia universitaria e ospedaliera per il recupero delle donne trattate per cancro alla mammella e per prevenire l’insorgenza di recidive e degli effetti collaterali dovuti alle terapie attraverso l’agopuntura, il counseling nutrizionale su composizione corporea, sonno e attività fisica, la psicoterapia e la mindfulness nonché attraverso la pratica dell’esercizio fisico attraverso il lavoro di un team multidisciplinare.

R-ESISTERE

Il progetto prevede due principali linee di azione integrate tra loro. La prima mira alla diffusione sul territorio della “riabilitazione oncologica” come approccio innovativo e di supporto alle tradizionali cure mediche al fine di ottimizzare la qualità della vita durante la malattia aiutando la paziente, la sua famiglia e, più in generale il contesto in cui vive, a riacquisire in maniera graduale uno stile di vita quanto più simile a quello precedente la malattia. La seconda linea di azione mira all’individuazione dei bisogni e a un’adeguata formazione dei caregiver, che si prendono cura del malato sotto ogni aspetto, sia pratico per lo svolgimento delle attività quotidiane che emotivo.

RETE DI CURA A SOSTEGNO DELLE DONNE CON TUMORE AL SENO METASTATICO

L’obiettivo è fornire sostegno delle donne con tumore al seno in fase metastatica, inoltre il progetto mira a dare risposte adeguate ai bisogni di supporto alla cura delle pazienti nell’evolversi della malattia, migliorandone la qualità della vita e il benessere psicofisico. Questo sarà portato avanti sulla base di un modello di supporto alla cura innovativo che prevede una sinergia tra diverse figure professionali, volontari e servizi.

PROGETTO DONNA 360
EMOZIONI E SESSUALITÀ NELLA MALATTIA METASTATICA

Un progetto mirato alla realizzazione di un percorso dedicato alla sfera della sessualità e della vita di coppia che includa una valutazione combinata psicologica, oncologica e ostetrico-ginecologica con l’obiettivo di migliorare globalmente la qualità di vita nell’ambito del trattamento multidisciplinare delle pazienti con carcinoma mammario metastatico.

Timeline
04 febbraio 2020
Evento di Lancio
04 febbraio 2020
18 Maggio 2020 (23:59)
Scadenza Call
18 Maggio 2020 (23:59)
25 Settembre 2020
Evento finale & Premiazione
25 Settembre 2020
LIVE sulle pagine Facebook di Komen Italia e ItaliaCamp (ore 15:30)

Comitato Scientifico

Riccardo Masetti
Presidente, Susan G. Komen Italia e Direttore, Centro Integrato di Senologia, Università Cattolica – Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS
Leo Cisotta
Presidente Associazione ItaliaCamp
Loredana Pau
Manager, Europa Donna Italia
Maria Novella Luciani
Direzione generale della ricerca e dell’innovazione in sanità, Ministero della Salute
Stefano Magno
Chirurgo senologo Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS
Maria Grazia Messore
Paziente
Marinella Linardos
Psiconcologa
Alberto Stanzione
Direttore Oncologia, Pfizer Italia
Ombretta Palermo
Public Affair & Patient Advocacy Manager Oncology, Pfizer Italia
Gaetano Lanzetta
Medico oncologo, Fondazione AIOM – Associazione Italiana di Oncologia Medica

The BrEaST Care
Evento lancio

Auditorium “Cosimo Piccinno”
Lungotevere Ripa, 1
00153 Roma (RM)
Indicazioni
Promosso da
In collaborazione con