Challenge Prize per EmiratesCamp

10 settembre | 30 novembre 2015

VADEMECUM PER LA PARTECIPAZIONE

Chi sono i soggetti promotori?

ItaliaCamp Srl promuove a livello nazionale e internazionale il Challenge Prize legato alla missione EmiratesCamp, attraverso cui si intende raccogliere e valorizzare idee e progetti (di seguito “proposte”) che saranno presentate nell’ambito della missione.

Quali sono le finalità?

Obiettivo del Challenge Prize è individuare le migliori proposte tra quelle che perverranno attraverso il portale preposto, per poi presentarle in specifici "Opportunity Panel" previsti nel corso di EmiratesCamp. Ai Panel saranno invitati a prendere parte istituzioni, investitori, aziende e possibili soggetti interessati alla realizzazione delle proposte, per valutare le modalità con cui sviluppare i progetti ritenuti di maggiore interesse in vista dello sviluppo di nuovi mercati legati all’organizzazione di EXPO DUBAI 2020.

Quali sono le modalità di svolgimento?

Attraverso il Challenge Prize verranno identificate fino a un massimo di 10 proposte finaliste, tra le quali saranno selezionate le migliori per ognuna delle 3 categorie.

Quali sono le opportunità e chi sono i beneficiari?

Oltre alla partecipazione a EmiratesCamp, è previsto un set di servizi ad alto valore aggiunto per lo sviluppo delle migliori proposte rispetto alle opportunità di EXPO DUBAI 2020.

ItaliaCamp Srl sosterrà, infatti, il viaggio per partecipare ad EmiratesCamp all’ideatore della migliore proposta di ciascuna delle 3 categorie, mentre i restanti finalisti avranno comunque la possibilità di prendere parte alla missione (contribuendo autonomamente alle spese di viaggio e soggiorno) e di presentare la propria “proposta” ad imprese, istituzioni e decision-makers sia del nostro Paese che degli Emirati Arabi Uniti.

Nello specifico, le 3 migliori proposte (una per ciascuna delle 3 categorie) del Challenge Prize avranno l’opportunità di:

1

Usufruire del viaggio sostenuto da ItaliaCamp Srl (viaggio e alloggio) per partecipare alla missione negli EAU.

2

Partecipare agli "Opportunity panel", sessioni riservate di confronto previste nel corso di EmiratesCamp, all’interno del programma dei Global Executive Seminars (GES), alla presenza di imprese e istituzioni - italiane ed emiratine - per presentare il potenziale e valutare la fattibilità dei propri progetti.

3

Accedere a un set di servizi ad alto valore aggiunto, corrisposti da IC e dai partner nazionali e internazionali della missione, funzionali alla migliore presentazione e sviluppo del progetto in vista delle specificità dei mercati emiratini.

Qualora tra le migliori proposte selezionate risultassero progetti candidati da un gruppo, un solo rappresentante potrà usufruire del viaggio sostenuto da ItaliaCamp Srl. Eventuali altri accompagnatori potranno prendere parte alla missione contribuendo autonomamente alle spese di viaggio e soggiorno.

Dove candidare le proposte?

Ai fini dell’effettiva partecipazione al Challenge Prize, il processo di candidatura delle proposte da parte di startup, spinoff, gruppi di ricerca e centri universitari, PMI, aziende e cittadini, potrà avvenire mediante caricamento sul portale www.italiacamp.com e più specificamente all’interno della sezione dedicata alla missione (“EmiratesCamp”) raggiungibile attraverso il link seguendo le indicazioni ivi previste.

Fino a quando mi potrò candidare?

Il processo di raccolta sarà attivo a partire dal 10 settembre 2015 e si concluderà il 30 novembre 2015.

Quali sono le tipologie di proposte ammissibili?

Le proposte dovranno avere applicazione in uno o più dei seguenti settori economici (i “settori” o il “settore”):

I consumi collaborativi rappresentano una risposta alla crisi economica diventando garanzia di ampia accessibilità e abbattendo le barriere all’acquisto.

Cosa cerchiamo? Piattaforme e modelli di condivisione di oggetti, competenze, tempo, spazi e servizi che promuovano forme di consumo basate sul riuso invece che sull’acquisto e sull’accesso piuttosto che sulla proprietà, transitando dal paradigma della scarsità a quello dell’abbondanza di beni/servizi. In particolare il Challenge Prize relativo a questo settore si focalizzerà sulle seguenti tematiche: Tourism & facilities, Transport & mobility, Sustainability & employment.

Le proposte di questo settore concorreranno a vincere il premio “CONNECT IT” e verranno presentate all’interno del Global Executive SeminarCONNECTING THE PLANET”.

Nell’era contemporanea il consumatore non cerca più solo un prodotto, ma un’unica soluzione integrata per soddisfare le proprie esigenze in modo efficiente. Nel passaggio da un’economia di prodotto a un’economia delle soluzioni, spesso a integrarsi sono gli applicativi (software) che, interagendo con il mondo fisico, permettono di espandere enormemente le funzionalità di semplici prodotti o servizi regalando a questi ultimi una nuova energia.

Cosa cerchiamo? Tecnologie, applicativi e devices nel settore Tecnologia dell’Informazione e della Comunicazione (ICT) in grado trovare soluzioni smart alle esigenze delle persone, attraverso sistemi ibridi che connettono il mondo reale con quello virtuale. Sistemi che raccolgono i dati dal mondo fisico, li rielaborano e tornano a comunicare con il mondo fisico per ottimizzare il processo. In particolare il Challenge Prize relativo a questo settore si focalizzerà sulle seguenti tematiche: Smart spaces, Sport & wellbeing, Health & fighting disabilities, Urban life, Smart energy systems.

Le proposte di questo settore concorreranno a vincere il premio “ENERGIZE IT” e verranno presentate all’interno del Global Executive Seminar “ENERGY FOR THE FUTURE”.

Impact investing è la definizione con cui si identifica la modalità di realizzare investimenti con lo scopo di generare, insieme a un ritorno economico, un impatto benefico e misurabile per la collettività (e.g. sociale, ambientale, occupazionale ecc.).

Cosa cerchiamo? Metriche, strumenti, piattaforme per la valutazione ex-ante e la misurazione ex-post degli investimenti impact e quindi progetti, servizi e modelli su cui realizzare investimenti d’impatto. Il tema della misurazione dell’impatto è cruciale per il settore dell’impact investing, e precondizione alla scalabilità o replicabilità del modello. In particolare il Challenge Prize relativo a questo settore si focalizzerà sulle seguenti tematiche: Public utility goods, Urban regeneration, E-government & Forward-looking procurement, Social innovation.

Le proposte di questo settore concorreranno a vincere il premio “MEASURE IT” e verranno presentate all’interno del Global Executive Seminar “IMPACT INVESTING”.

Quali sono i requisiti per partecipare?

Salvo quanto previsto di seguito, tutte le persone fisiche e giuridiche possono partecipare al Challenge Prize, purché rispettino i seguenti requisiti:

  • godimento dei diritti civili e politici del proprio paese d’appartenenza; 
  • assenza di condanne penali passate in giudicato. Con riferimento alle persone giuridiche, tali requisiti si intendono riferiti ai propri amministratori e legali rappresentanti.

Ogni partecipante potrà presentare – in forma individuale o collettiva - esclusivamente una proposta ed esclusivamente in lingua inglese.

Ci sono condizioni di esclusione per alcune persone fisiche e giuridiche?

Non possono partecipare al Challenge Prize i componenti degli organi direttivi, i dipendenti e i collaboratori, anche con contratto a termine, appartenenti all’Associazione ItaliaCamp, alla Fondazione ItaliaCamp e a ItaliaCamp S.r.l.. Non possono altresì partecipare al Challenge Prize i soggetti che abbiano legami di parentela con i componenti del Comitato Scientifico, né i medesimi componenti del Comitato Scientifico.

Quali requisiti devono avere le proposte?

Ciascuna proposta, nel perseguire gli obiettivi presentati, dovrà essere concretamente realizzabile (dal punto di vista normativo, tecnico e scientifico, economico e finanziario, ambientale e sociale).

Ogni proposta dovrà descrivere in maniera chiara e analitica, ove applicabile:

  1. Value proposition e innovatività; 
  2. Mercato, concorrenza e collocazione idea all’interno del mercato; 
  3. Stato attuale del progetto e piano di sviluppo; 
  4. Sostenibilità economico/finanziaria e scalabilità; 
  5. Impatto su collettività/ambiente; 
  6. Management Team
  7. Aspettative verso potenziali investitori e partner.

Nello specifico saranno ammesse solo le proposte per le quali saranno state fornite correttamente tutte le informazioni richieste in base al form di caricamento previsto sul portale www.italiacamp.com in base allo specifico “settore” di appartenenza.

Ciascun partecipante garantisce l’originalità della propria proposta e il possesso dei requisiti previsti nel presente Vademecum, e dichiara sotto la propria responsabilità di tenere indenne e manlevato ItaliaCamp, in relazione a qualunque pretesa di terzi al riguardo.

La mancanza dei requisiti previsti nel presente paragrafo impedisce l’ammissione al Challenge Prize e comporta l’esclusione dei concorrenti che partecipano singolarmente e, in caso di partecipazione collettiva, dei componenti dell’intero gruppo.

Quali sono i requisiti necessari alla presentazione della domanda di partecipazione?

La documentazione relativa alle proposte dovrà essere formulata in lingua inglese e dovrà essere sottoposta esclusivamente in maniera digitale attraverso il sito internet secondo le modalità descritte ivi descritte.

Quali criteri si useranno per la selezione?

Le proposte pervenute entro i termini previsti dal presente Vademecum verranno selezionate, ad insindacabile giudizio degli organi di valutazione, secondo criteri di:

  • Innovatività;
  • Realizzabilità/applicabilità;
  • Stato di avanzamento; 
  • Sostenibilità economico/finanziaria; 
  • Competenze del team; 
  • Scalabilità in una prospettiva internazionale; 
  • Impatto in termini occupazionali, sociali e/o di sviluppo del territorio interessato.

La partecipazione al Challenge Prize non comporta alcun diritto o garanzia a favore dei partecipanti in merito alla realizzazione e/o al finanziamento delle proposte.

Come si articola il processo di valutazione e scelta delle proposte?

Il processo di selezione delle proposte, di proclamazione delle proposte finaliste e – tra queste – di scelta delle migliori, avverrà in tre fasi distinte.

Nella prima fase le proposte pervenute saranno preselezionate da ItaliaCamp attraverso un organo denominato Gruppo di Valutazione Preliminare (“GVP”), sulla base della loro rispondenza ai requisiti formali e di una valutazione preliminare circa la rispondenza agli obiettivi e ai requisiti del presente Vademecum. All’esito di tale selezione, ItaliaCamp trasmetterà le migliori proposte, unitamente all’esito della prevalutazione, al Comitato Scientifico.

Le proposte saranno trasmesse al Comitato Scientifico in maniera del tutto anonima, ovvero senza l’indicazione dei dati anagrafici dell’ideatore.

I componenti del GVP saranno selezionati all’interno di ItaliaCamp, ad insindacabile giudizio della stessa. È previsto che la valutazione del GVP abbia inizio nel mese di dicembre 2015 e sia conclusa entro lo stesso mese.

Nella seconda fase, le proposte, suddivise per settore, saranno sottoposte al giudizio di un comitato composto da rappresentanti italiani e internazionali del mondo dell’Imprenditoria, dell’Università, della Ricerca e di aziende, affiancati da esponenti di rilievo del sistema dell’innovazione e dell’organizzazione di EXPO MILANO 2015 e di EXPO DUBAI 2020.

Il Comitato Scientifico sarà chiamato a scegliere fino a 10 proposte finaliste entro le quali verranno individuate le migliori proposte. È previsto che la valutazione del Comitato Scientifico sia conclusa entro il mese di dicembre 2015.

La presentazione delle proposte finaliste di ciascun settore avverrà nell’ambito della missione internazionale promossa e organizzata da ItaliaCamp negli Emirati Arabi Uniti, prevista nel mese di febbraio 2016. Le tappe della missione e gli eventi di presentazione delle proposte finaliste avverranno nelle città di Dubai e Abu Dhabi.

Le proposte finaliste saranno trasmesse attraverso un documento informativo (“deck”) agli interlocutori e investitori nazionali e internazionali, per la valutazione e l’eventuale realizzazione secondo le modalità ritenute più opportune, anche mediante la partecipazione di privati interessati alla loro realizzazione.

Quali sono le proposte che potranno essere presentate durante la missione?

Soltanto le proposte finaliste (e tra queste le proposte migliori) potranno essere presentate durante la missione, esclusivamente in lingua inglese, nell’apposito spazio degli “Opportunity Panel” previsti all’interno dei Global Executive Seminars (GES) che si terranno nel corso della missione internazionale.

I singoli partecipanti al Challenge Prize riceveranno comunicazione individuale da parte di ItaliaCamp circa le modalità e i criteri di presentazione delle proposte negli “Opportunity Panel” previsti in ogni GES. Le modalità e i criteri indicati da ItaliaCamp si intendono inderogabili e la relativa accettazione costituisce condizione di partecipazione alla missione internazionale.

Come saranno comunicati gli esiti dell’iniziativa?

Tutte le fasi del Challenge Prize e le comunicazioni relative agli esiti dello stesso, saranno curate da ItaliaCamp, che provvederà, mediante appositi avvisi pubblicati sul proprio sito internet www.italiacamp.com, ad informare gli interessati, in modo da consentire a questi ultimi di gestire ogni adempimento necessario alla partecipazione alla missione, il cui espletamento e i cui oneri rimangono esclusivamente a carico degli interessati, salvo quanto previsto per le proposte migliori.

La pubblicazione sul predetto sito internet avrà a tutti gli effetti valore di notifica ai soggetti interessati.

Salvo che per la comunicazione ai finalisti e – tra questi – alle migliori proposte, non sono previste comunicazioni individuali in merito agli esiti del Challenge Prize.

Come saranno gestiti i diritti di privacy e la titolarità delle proposte?

I diritti di proprietà intellettuale relativi alle proposte presentate e gli eventuali ulteriori diritti derivanti dalla loro realizzazione spettano ai singoli partecipanti, secondo le disposizioni di legge e del Vademecum applicabili.

La documentazione relativa alle proposte, trasmessa dai partecipanti a ItaliaCamp nell’ambito del Challenge Prize, sarà trattenuta da quest’ultima, senza che in nessun caso i partecipanti possano avanzare pretese di natura economica, a qualsiasi titolo, nei confronti di ItaliaCamp, salvo il diritto dei partecipanti di richiedere la cancellazione di tale documentazione dai database di ItaliaCamp.

ItaliaCamp potrà esporre al pubblico gli elaborati contenenti nelle proposte presentate, comunicarne a terzi il contenuto, pubblicarne o consentirne la pubblicazione, in tutto o in parte, a scopi di promozione e diffusione delle proposte, secondo le finalità del Challenge Prize e senza nulla dovere, a qualsiasi titolo, ai partecipanti.

Il team organizzatore di ItaliaCamp, si riserva la possibilità di proporre all’ideatore delle modifiche che siano più in linea con gli standard editoriali del portale o del canale di comunicazione per cui è prevista la diffusione.

ItaliaCamp fornirà il proprio supporto all’ideatore al fine di individuare, d'intesa con i partecipanti, eventuali terzi soggetti interessati a contribuire alla realizzazione e/o al finanziamento delle proposte. A tal fine, l'eventuale contributo di tali terzi soggetti interessati, che siano entrati in contatto con gli ideatori per effetto dell'attività svolta da ItaliaCamp e/o della partecipazione degli ideatori al Challenge Prize, sarà oggetto di separati accordi tra gli ideatori, ItaliaCamp e tali terzi soggetti, a termini e condizioni da definirsi, di comune accordo secondo gli standard quadro di ItaliaCamp in linea con il mercato di riferimento.

La tempistica è flessibile?

ItaliaCamp si riserva la facoltà di modificare o prorogare i suindicati termini per la candidatura delle proposte, nonché di annullare il Challenge Prize in qualsiasi momento.

Ogni modifica e/o aggiornamento del calendario verrà pubblicata sul sito internet www.italiacamp.com.

Come saranno tutelati i dati personali?

Il trattamento dei dati personali relativi ai partecipanti al Challenge Prize sarà effettuato da ItaliaCamp in ottemperanza al disposto di cui al D.lgs. n. 196/2003, e sarà volto esclusivamente ai fini inerenti il Challenge Prize e a iniziative e/o attività ad esso correlate.

Ciascun partecipante, mediante la candidatura dell’Idea al Challenge Prize sul sito internet www.italiacamp.com, autorizza la pubblicazione on-line e cartacea di quanto trasmesso in relazione al Challenge Prize e il trattamento dei propri dati personali in conformità al presente paragrafo.

In nessun caso i partecipanti potranno avanzare pretese nei confronti di ItaliaCamp in relazione alla partecipazione al presente Challenge Prize, la mancata selezione delle proposte presentate e/o la mancata esposizione orale e/o presentazione a terzi.

Disposizioni finali

La partecipazione al Challenge Prize implica l’accettazione integrale del presente Vademecum.

Ulteriori informazioni, nonché copia del presente Vademecum per la partecipazione al Challenge Prize, verranno pubblicate sul sito internet di ItaliaCamp, nonché su eventuali ulteriori mezzi di comunicazione ritenuti idonei da ItaliaCamp, ai fini della massima diffusione delle informazioni relative al Challenge Prize.

Eventuali richieste di informazioni e/o chiarimenti possono essere inoltrate al seguente indirizzo di posta elettronica:emiratescamp2016@italiacamp.com

SCARICA IL VADEMECUM