EDUCAZIONE RIGENERAZIONE URBANA

2LUG2016


Quali opportunità e quali strumenti per una rigenerazione urbana a misura delle nuove generazioni? 

 

                                                                                                       INTRODUZIONE

 

Il tema della rigenerazione sta diventando sempre più una priorità che mette al centro soprattutto gli spazi sottoutilizzati, vuoti, dismessi o abbandonati delle città, visti come possibili luoghi di nuove economie, di inclusione sociale, di sperimentazione e innovazione sociale.

La dimensione urbana è strettamente connessa all’innovazione sociale ed è influenzata da variabili come la complessità, i flussi migratori, la stratificazione sociale e culturale, le potenzialità in termini socioeconomici dei sistemi urbani, il capitale culturale, sociale e relazionale che in essi risiede.

Guardare oggi alla rigenerazione urbana significa tener conto di questa complessità e mettere a sistema competenze, risorse ed attori, implica considerare il sistema urbano come luogo di integrazione e di intervento tra aree di governo del territorio differenti tra loro: politiche urbanistiche, infrastrutturali, ambientali, educative, sociali, culturali, abitative, economiche.

 

E’ indispensabile adottare una strategia complessiva che passa attraverso azioni di sistema, una condivisione tra i principali attori istituzionali quali il Governo, il Parlamento, le Regioni, i Comuni, il Demanio e metta in campo processi di partecipazione attiva dei cittadini e degli stakeholders.

 

BISOGNI EMERSI

 

·         Favorire strumenti di confronto tra cittadini e stakeholders;

·         Creare maggiore sinergia e la messa in rete di risorse, beni e portatori di innovazione;

·         Promuovere progetti che includano le periferie nei processi di rigenerazione urbana;

·         Sviluppare una piattaforma di condivisione delle esperienze di rigenerazione urbana nazionale e internazionale;

·         Facilitare processi di co-progettazione sui territori;

·         Attivare reti per creare interventi integrati e di sistema anche con strumenti innovativi.


IDEE E PROPOSTE

 

·         Promuovere visioni collettive che possano generare sistemi territoriali in grado di sperimentare, valorizzare i territori e le competenze;

·         Dare impulso a processi di placemaking, che attivino le comunità dal basso. Attraverso un approccio pratico, inclusivo, collaborativo, che tiene conto del contesto, in un’ottica multi-disciplinare

·         Favorire azioni di sistema favorendo processi di matching tra beni, risorse e competenze;

·         Mettere a sistema attori pubblici, privati e società civile;

·         Sviluppare progetti che partano dai bisogni sociali e che possano generare impatto sui territori, con e per le comunità;

·         Creare una piattaforma di valorizzazione delle esperienze e degli attori di sistema che possa essere accessibile a tutti.


Speakers
Costanza Meli
GIOVANNI FORMIGLIO
Programma
  1. Introduzione

    Da 15:00 a 15:10

    Introduzione ai lavori da parte del facilitatore e presentazione degli spunti da parte dei relatori

  2. Discussione

    Da 15:10 a 17:10

    Giovani e spazi dismessi: quali opportunità e quali strumenti per una rigenerazione urbana a misura delle nuove generazioni?

    GIOVANNI FORMIGLIO Project Manager, Direzione Centrale Strategie, Progetti di Valorizzazione e Partecipazioni, Agenzia del Demanio

    COSTANZA MELI Connecting Cultures 

     

  3. Conclusione dei lavori

    Da 17:10 a 17:30

    Il facilitatore cerca di riassumere quanto detto dai partecipanti, per far emergere un'ipotesi progettuale per le attività dell'Associazione

  • Via Colle Marino, 73 | Pescara