EDUCAZIONE DIGITALE

2LUG2016

Come indirizzare l'innovazione tecnologica a vantaggio della sharing economy e dell'innovazione sociale? 


INTRODUZIONE

Rispetto agli altri Paesi europei, l’Italia è fanalino di coda dell’economia digitale: l’ultimo rapporto della Commissione europea ci posiziona al 25° posto su 28 Paesi. Colpa della scarsa diffusione della banda larga (44% della popolazione nel 2015, contro una media europea del 77%) o della scarsa predisposizione dei cittadini italiani all’utilizzo della tecnologia? I partecipanti all’aula concordano che il fattore infrastrutturale è secondario rispetto a quello culturale ed educativo, su cui propongono di mettere l’accento. Sempre secondo le statistiche UE, infatti, solo il 43% degli italiani possiedono competenze digitali di base e più di 1/3 della popolazione non usa regolarmente internet.

Ogni sessione di lavoro è stata aperta da ospiti che hanno fornito i primi spunti di riflessione, con l'obiettivo di far confrontare soci e partecipanti e far emergere delle aree tematiche di interesse per le attività 2016-2017 dell'Associazione. 

BISOGNI EMERSI

Diffusione della cultura digitale tra i non nativi digitali
Ampliare la portata dell’educazione digitale
Didattica più interattiva e flessibile, modulabile a seconda delle specificità della classe
Formazione dei professori all’utilizzo delle tecnologie, a partire da quelle basilari
Valorizzazione delle competenze digitali e del “saper fare” dei ragazzi

IDEE e PROPOSTE

Maggiore flessibilità nel completamento dei programmi ministeriali, a vantaggio di uno scambio più proficuo e continuo tra docenti e alunni
Cambiamento nell’approccio educativo: da insegnamento frontale a apprendimento cooperativo e reverse mentoring
Implementazione di laboratori, esperienze pratiche
Incremento delle connessioni con altri istituti scolastici con studenti di altre classi e di altri Paesi
Riconoscimento delle competenze digitali
Educazione all’interpretazione delle informazioni e dei dati
Integrazione dell’e-learning con altre modalità di apprendimento
Espandere le connessioni con l’offerta formativa internazionale
 



Speakers
Federica Destro
GIANMARCO GUAZZO
Programma
  1. Introduzione

    Da 15:00 a 15:10

    Introduzione al tema e alla modalità di lavoro

  2. Discussione

    Da 15:10 a 17:10

    Open data, digitalizzazione e nuovi metodi educativi: come indirizzare l’innovazione tecnologica a vantaggio della sharing economy e dell’innovazione sociale?

    FEDERICA DESTRO Project Manager, Fondazione Filarete

    GIANMARCO GUAZZO Web Editor e Comunicazione, A Scuola di Open Coesione (ASOC)

    PROF.SSA SILVIA DI PAOLO Animatore digitale, LICEO DA VINCI

    Spunti di riflessione

  3. Conclusioni

    Da 17:10 a 17:30

    Il facilitatore riassume quanto detto dai partecipanti, per sintetizzare idee e proposte emerse dalla discussione

  • Via Colle Marino 73 | Pescara